la lavorazione del miele


miele italiano biologico
vendita online prodotti dell'apicoltura
catalogo prodotti apicoltura andreini

IL CICLO PRODUTTIVO

L'apicoltura Andreini ha costantemente applicato strumenti tecnologici all'avanguardia per il trattamento delle api e per la gestione del ciclo di lavorazione interno; ogni fase del ciclo produttivo si svolge all'interno dell'azienda e ha come punto di riferimento tutte le norme riguardanti la produzione biologica.

La scelta di mantenere all'interno dell'azienda l'intero processo di produzione è stata fatta per ottenere un prodotto controllato in tutte le fasi di lavorazione e, perciò, offrire al consumatore un prodotto di elevata qualità.

 

IL TERRITORIO DI ALLEVAMENTO DELLE API

Gli apiari dell'Apicoltura Andreini sono situati sulle colline lucchesi, in luoghi incontaminati ideali per la produzione del miele, dove vi è una elevata presenza di piante di acacia, castagno e tiglio.

Per favorire la ventilazione ed evitare sbalzi di temperatura o eccessi di umidità, tutti gli alveari sono posizionati ad una trentina di centimetri dal suolo.

 

I MATERIALI UTILIZZATI PER LA COSTRUZIONE DELLE ARNIE

Le arnie ed i telaini sono costruiti interamente con legno di abete, inoltre le arnie sono verniciate, esclusivamente sulla superficie esterna, con vernici alimentari ad acqua per non inquinare e per non alterare gli equilibri biologici delle api.

 

L'ESTRAZIONE A FREDDO DEL MIELE

Dopo che le api hanno raccolto il nettare o la melata, li hanno trasformati in miele ed hanno immagazzinato il miele nelle cellette dei favi presenti sui telaini, i telaini sono raccolti e portati in laboratorio per procedere alla disopercolatura tramite disopercolatrice, con cui si elimina lo strato di cera che copre le cellette dei favi, ed alla smielatura tramite smielatore, con cui si centrifugano i telaini e si fa uscire il miele dalle cellette.

Tramite delle pompe, il miele ottenuto è fatto passare attraverso filtri a 200 micron per eliminare le eventuali impurità di cera presenti. Successivamente è riversato in contenitori di acciao inox dove è lasciato a decantare per circa 20 giorni. La decantazione porta alla separazione, per differenza di peso specifico, dell'aria formatasi durante la smielatura, infatti l'aria risale in superficie formando una schiuma bianca che è poi eliminata con la schiumatura. Al termine, il miele è stoccato in fusti di acciaio inox da 300 kg ed a ciascun fusto è assegnato un lotto per la tracciabilità.

In questo modo, rispettando le norme di produzione biologica, si ottiene un miele che non è in alcun modo alterato ed è pronto per essere consumato nella sua naturalezza e genuinità.

 

IL CONFEZIONAMENTO DEL MIELE

Per confezionare il miele l'Apicoltura Andreini utilizza un'apposita macchina confezionatrice automatica con il peso predeterminato in vasi da 100, 250, 500 e 1000 grammi.